Arcani Maggiori

Arcani Maggiori
Alcuni Arcani Maggiori di Camoin-Jodorowsky

I Tarocchi di Marsiglia sono composti da 78 carte: 22 Arcani Maggiori e 56 Arcani Minori. La parola Arcano deriva dal latino arcanum e vuol dire segreto, mistero, occulto, misterioso. I Tarocchi, divisi in Arcani Maggiori e Minori, mostrano simboli che vanno interpretati e ci danno un’indicazione della relazione che abbiamo con il questio posto. Relazione al cui interno è celata la soluzione al quesito, solitamente.

Gli Arcani Maggiori rappresentano tutti gli aspetti spirituali dell’essere, parlano della relazione umano-universo e il viaggio che fa il consultante in rapporto al proprio inconscio, descrivono la relazione del microcosmo “umano” in rapporto al macrocosmo (universo).

Distinguiamo per comodità due serie di Arcani Maggiori: la prima che va dall’Arcano I (Il Mago – Le Bateleur) all’Arcano X (La Ruota di Fortuna) in cui troviamo situazioni riconoscibili; ci sono personaggi umani o animali in contesti “umani”. La seconda serie rappresenta situazioni più allegoriche, più “arcane”. Sono rappresentati da personaggi “mistici”, angeli, diavoli, emissari divini, richiami a personaggi mitologici, ecc… Se si dispone tutta la serie di Arcani Maggiori in modo particolare (vedi figura nella pagina del metodo) risulta evidente il viaggio che mostrano. Un viaggio “spirituale” che iniza con Il Matto che si incammina verso una realizzazione, Il Mondo (XXI), passando attraverso tutte le possibili fasi di gestazione e azione presentate dalle leggi universali.

Tramite la conoscenza di questo viaggio si capisce come con l’estrazione di alcune carte si mettano in luce vari aspetti del consultante: la sua posizione, ovvero a che punto del viaggio si trova in merito alla domanda da lui/lei espressa, aspetti contrari o a favore, come continuare il viaggio e così via. Seguendo passo passo questo percorso si arriva a delineare un vero e proprio sentiero, appunto il nome Sentiero dei Tarocchi, che ci permette di osservare, comprendere e attuare i cambiamenti necessari allo svolgimento di una situazione.

A breve un post sugli Arcani Minori e in seguito una breve illustrazione dei 78 Arcani.

Buon tutto a tutti

I Tarocchi

old booksLa storia dei Tarocchi è alquanto confusa. Risalgono agli Egizi? A qualcuno di più antico o di più moderno? Fatto sta che i Tarocchi possono essere utilizzati per mettersi in contatto con il proprio inconscio. Cosa significa? Le carte dei Tarocchi Marsigliesi rappresentano un “viaggio”. Ogni carta contiene dei simboli, dei personaggi, dei colori, dei numeri che stabiliscono un chiaro canale comunicativo con la situazione attuale del consultante, vedi la teoria della sincronicità di C.G.Jung. In base al dialogo che si sviluppa tra il consultante e il tarologo si riesce a entrare nello specifico e a identificare i “lati nascosti” della situazione in cui si trova il consultante. Da lì, tramite l’interpretazione dei simboli delle carte, si individua un percorso per capire al meglio la situazione e ci si può avviare verso la soluzione.

Proprio per questo i Tarocchi ci aiutano anche a una maggiore osservazione di quello che accade e di conseguenza a una maggiore presenza quotidiana. Un ottimo metodo per aumentare la capacità di osservazione e di presenza è quella dell’estrazione quotidiana di una carta, la carta della giornata, che permette di stabilire un profondo contatto con i singoli Tarocchi e come questi vengano rappresentati nelle situazioni quotidiane. Metodi e tecniche a parte resta il fatto che maggiore è l’osservazione e lo sviluppo della coscienza e maggiori benefici si trarranno nel futuro.

Un aspetto importante da chiarire è che i Tarocchi indicano come procedere per sciogliere questioni radicate nel presente e nel passato, in modo da sciogliere qualsiasi nodo si presenti per ogni futuro possibile. Ricordiamo che i Tarocchi sono un percorso iniziatico verso una maggiore comprensione di noi stessi.

Come nella home page del sito:”Se sai chi sei e ciò che vuoi, il futuro non può farti paura…”.

× How can I help you?